Skip to content

Politiche Disumane / 2 – La lettera di Msf e le spiegazioni che non spiegano

8 settembre 2017

Medici senza frontiere rivolge a Paolo Gentiloni e altri capi di governo europei un’accorata, dettagliata, drammatica lettera aperta sul trattamento violento e inumano riservato ai detenuti nei campi di prigionia libici, chiedendo di salvare vite, anziché di aumentare – con le politiche di respingimento – il numero delle vittime e, con esso, il business dei mercanti di uomini, che lucrano sulla sorte inflitta ai mancati-migranti (qui c’è domandarsi se i mercanti di uomini siano solo i trafficanti, che peraltro si giovani dell’assenza di canali legali di ingresso in Europa…)

Msf: “I governi europei alimentano il business della sofferenza in Libia”libia.jpg

A questa lettera Paolo Gentiloni risponde con toni curiali e parole di rassicurazione che di fatto ignorano la denuncia di Msf; parole utili solo a salvare la coscienza di chi è disposto ad accettare le acrobazie verbali e le vacue spiegazioni che nulla spiegano e nulla dicono su ciò che Msf denuncia.

Il blocco degli arrivi dalla Libia e il ruolo di controllo del mare affidato alla guardia costiera  di quello stato-non stato comportano un aumento delle sofferenze per migliaia e migliaia di persone, cui vengono negati – nella piena consapevolezza di tutti – i più elementari diritti umani.

Siamo di fronte a una guerra ai migranti che si pretenderebbe di mascherare come “contrasto ai trafficanti di esseri umani”.

«L’allarme umanitario non solo lo condividiamo ma è uno dei nostri impegni maggiori da molto tempo», ha affermato da Praga il premier Paolo Gentiloni. «Mi auguro – ha aggiunto – che gli sviluppi che abbiamo avuto in queste settimane con le autorità libiche ci consentano di chiedere e forse anche ottenere condizioni umanitarie che sei mesi fa neanche ci sognavamo di chiedere». Il premier ha tuttavia esortato ad evitare di «mettere in contraddizione l’impegno per le condizioni umanitarie con l’impegno che quotidianamente portiamo avanti per contrastare i trafficanti di esseri umani e ridurre i flussi»: chi lo fa, ha ammonito Gentiloni, «non va nella direzione giusta».

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: