Skip to content

Un seminario itinerante Avenza/Sant’Anna di Stazzema e un testo teatrale

25 aprile 2017

Ci sono diversi modi di concepire l’utilità e l’uso di un libro (dalla parte di chi lo scrive, di chi lo produce e anche di chi lo legge). Si può soprattutto decidere se lasciargli fare la sua strada fra librerie, biblioteche, passa parola e un po’ di promozione di persona, o se farne anche il perno per ulteriori iniziative.

20170330_082916.jpgA questo secondo ambito, per “Era un giorno qualsiasi”, appartengono due progetti ormai in fase di decollo.

Il primo è un SEMINARIO ITINERANTE – cioè una camminata abbinata a momenti di approfondimento – che nell’ultimo fine settimana di maggio porterà un gruppo di persone a piede da Avenza a Sant’Anna di Stazzema. L’idea è quella di fare una conoscenza diretta dei luoghi e quindi della storia e di cogliere tale occasione per sviluppare un pensiero nuovo attorno ai fatti di 72 anni fa, provando a cogliere aspetti solitamente trascurati. Parleremo quindi di resistenza nonviolenta e di opposizione popolare alla guerra, con ospiti competenti come Ercole Ongaro, autore di libri come “Resistenza nonviolenta (1943-1945)” e “No alla Grande Guerra” (E libri di Emil editore) e con Pasquale Pugliese, del Movimento nonviolento. Ritrovo il 26 ad Avenza (Carrara), poi un giorno di cammino il 27 lungo la Francigena fino a Pietrasanta, quindi la salita a Sant’Anna domenica 28.

Il secondo progetto è un TESTO TEATRALE che Massimiliano Filoni, della cooperativa Giolli, sta elaborando a partire dal libro. Sarà un testo proposto secondo la tecnica del teatro dell’oppresso, quindi rompendo le convenzioni del teatro classico e con l’obiettivo, attraverso una dialogo attivo con il pubblico, di sviluppare un “pensiero collettivo” sui temi che ruotano attorno al libro: la guerra e la violenza, l’opposizione popolare e la disobbedienza, la nonviolenza e il senso della memoria. Il progetto, per essere sostenibile e per poter essere proposto a costi contenuti a scuole ed associazioni, ha bisogno di un (auto) finanziamento  iniziale, perciò è partita una campagna di crowdfunding con la formula della donazione. E’ importante sostenere il lavoro di Massimiliano; i gruppi che finanziano ora, potranno dopo ospitare lo spettacolo con formule vantaggiose. Lo scopo non è guadagnare, ma realizzare un’opera professionalmente qualificata e dotata di senso culturale e politico, ossia uno strumento di conoscenza e riflessione che prende spunto da un libro ma offre un ragionamento di valore universale.

QUI IL BLOG “ERA UN GIORNO QUALSIASI” / Seminario itinerante e testo teatrale

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: