Skip to content

Ripensare a Pasolini

30 agosto 2013

In questa ottima puntata di Wikiradio Alessandro Leogrande ha rievocato un grande libro di Pierpaolo Pasolini, “Lettere luterane”, una raccolta di interventi uscita poco dopo la sua morte. Sono i testi nei quali Pasolini insiste sulla falsa identificazione fra sviluppo e progresso, sulla mutazione culturale avvenuta in Italia con l’avvento della società dei consumi. Fa impressione ascoltare la viva voce di Pasolini quando dice che che l’omologazione causata dalla produzione e consumo di beni superflui è una precisa strategia della destra economica, che in questo modo travolge le resistenze delal classe lavoratrice e modella la società trasformando i cittadini in consumatori.

Pensi all’oggi ed è inevitabile considerare che in campo è rimasta solo la destra economica: la sinistra, che allora c’era, è del tutto scomparsa. E la stessa destra – da intendere come il “pensiero” economico che accomuna centrodestra e centrosinistra e il 99% degli economisti d’accademia –  si è ridotta a invocare una ripresa dei consumi purchessiano, anche i più distruttivi, anche i più inquinanti, anche i più inutili; l’omologazione ci ha travolti e ha paralizzato anche il nostro pensiero.

Pasolini vedeva così lontano che nel suo pensiero doremmo cercare le tracce per impostare il futuro, oltre le società dei consumi, fuori da un sistema rapace, tanto più feroce in quanto vacillante.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: