Skip to content

Snowden, Serra e il partito “legge e ordine”

25 giugno 2013

E’ sempre più vero che le persone di sinistra “pentite”, che hanno cioè smesso di confidare negli ideali di giustizia e di eguaglianza per approdare ai lidi della moderazione, sono i più acidi verso le persone che si battono contro i poteri stabiliti. Basta leggere Michele Serra su Repubblica di oggi, con il suo commento alla vicenda Snowden. Lo “spione pentito” è considerato da Serra responsabile di varie mancanze, a cominciare dal tradimento dei “doveri che abbiamo verso la comunità di appartenenza” (in questo caso, pare di capire, gli Stati uniti d’America) e soprattutto – dice Serra – è meglio essere controllati dallo Stato che dalla Mafia; è meglio avere le strade pattugliate dalla polizia che da bande criminali. Serra sembra accusare Snowden di voler difendere l’individuo in quanto tale senza avere una visione d’insieme dei vincoli sociali.

Si stenta a credere a quel che si legge, ma questo è. Serra sembra ignorare una lunga serie di principi democratici e liberali– ad esempio il diritto alla riservatezza o l’esistenza di limiti nell’esercizio del potere specie in materia di controllo dei cittadini e dei loro scambi di opinione e di informazioni – mentre propone con grande disinvoltura una versione appena ammodernata, per adeguarla all’epoca della Rete, dell’antico motto “legge e ordine”, nonché alcune impressionanti banalità da bar di sapore schiettamente reazionario.

Serra non si è nemmeno accorto che gli Stati uniti hanno scatenato verso Snowden una caccia all’uomo internazionale di rara arroganza e nemmeno prende in considerazione la possibilità che Snowden si sia davvero spaventato di fronte all’immenso piano di controllo – un piano segreto – messo in atto dai servizi statunitensi. Ma per il partito “legge e ordine” quel che conta da sempre è non disturbare chi detiene il potere e garantisce sonni tranquilli a chi staziona ai piani medio-alti della piramide sociale.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: