Skip to content

Meno diritti per tutti

11 settembre 2012

Questo referendum si propone di ripristinare quell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori  – cioè il diritto al reintegro in caso di licenziamento illegittimo – che il governo Monti era riuscito a manomettere con l’appoggio pieno della sua maggioranza parlamentare (Pdl-Pd-Udc).

Giacomo Brodolini, senatore e ministro socialista, il “padre dello Statuto dei lavoratori”

Forse si riuscirà per questa via a ripristinare le tutele cancellate, o forse no. In ogni caso la manomissione dell’articolo 18 sarà ricordata come uno dei momenti più bassi della politica parlamentare degli ultimi decenni: una decisione così grave, una controriforma così irragionevole, è stata presa con leggerezza e quasi senza discuterne, e oltretutto con l’appoggio di una forza politica che si colloca nel cosiddetto centrosinistra.  

Negli anni Settanta e Ottanta i parlamenti contavano e qualcosa facevano, oggi non si muove foglia, cioè non si approva legge che il governo del momento non voglia e infatti quel che di notevole esce dalle camere sono peggioramenti e cancellazioni delle riforme degli anni Settanta e Ottanta. E con piglio orwelliano si definisce “riforma” ogni riduzione/manomissione/eliminazione di diritti e tutele finora garantiti ai cittadini e ai lavoratori.

Miracoli del maggioritario: siamo sicuri che sia meglio del proporzionale?

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: