Skip to content

Come si fa a chiamarla giustizia?

15 luglio 2012

I primi condannati per devastazione e saccheggio al G8 di Genova sono entrati in carcere. Impossibile fingere di non vedere – come molti però stanno facendo – la sproporzione della pena rispetto alle contestazioni e anche alle pene, ben minori, inflitte agli uomini dello stato responsabili di violenze,  falsi, calunnie, depistaggi. C’è anche chi pretende di stabilire una simmetria fra il teppismo e la violenza degli uomini in divisa: qui siamo fra la malafede e l’analfabetismo democratico. Non c’è da stare tranquilli. Qui il mio commento sul sito di Altreconomia su una sentenza che si colloca in un preciso percorso politico-giudiziario.

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: