Skip to content

E la ministra Cancellieri osa più di Maroni

17 maggio 2012

Dunque la ministra Cancellieri è intenzionata a realizzare il progetto che nemmeno il governo Berlusconi-Maroni era riuscito a portare a termine: quota zero per i cosiddetti flussi di cittadini stranieri da ammettere nel nostro paese.

Per la ministra degli Interni, il discorso è semplice: c’è la crisi, le possibilità di occupazione sono poche, quindi chiudiamo le frontiere. Il fatto che i “flussi” siano di fatto delle sanatorie per chi è già in Italia non viene considerato da Cancellieri, né che la recessione non comporta affatto la cessazione del lavoro nelle campagne, nelle famiglie, nelle fabbriche italiane. Più che ipocrisia, pare sfacciataggine.

La ministra sa bene che lo spostamento da un paese all’altro non  cesserà per effetto del suo mancato decreto flussi e quindi si candida a superare i suoi predecessori nell’opera di estensione della condizione di irregolarità fra le persone venute da fuori. E meno male che questo è il governo dei competenti, che ci avrebbe liberato della rozza  xenofobia di quello precedente.

E il ministro Riccardi non ha nulla da dire?

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: