Skip to content

E se invece del Censis ascoltassimo Sbilanciamoci?

3 dicembre 2011

Gli annuali rapporti del Censis godono da molto tempo di buona stampa. Vengono amplificati da tutti i media, con ampio ricorsi a grafici e tabelle. Si può affermare senz’altro che fra i vari istituti di ricerca il Censis è quello che viene più e meglio ripreso dalla grande informazione. Il merito, probabilmente, è nell’immaginifico linguaggio titpico dell’istituto, sempre abile a sintetizzare statistiche e analisi assai oscure – per chiunque si addentri nel rapporto vero e proprio, e qui sarebbe interessante sapere quanti davvero lo facciano – in espressioni “sociologiche” assai adatte ad essere inserite in un titolo di giornale e telegiornale.

Quanto all’utilità di suddette sintesi, c’è invece da dubitare: quest’anno ad esempio si parla di un’Italia fragile e con la paura del futuro, il che non è – se non converrà – una valutazione particolarmente originale. Quanto alle proposte, il Censis non si discosta mai dalle opinioni maggioritarie correnti, e anche questa è una buona motivazione per spiegare il suo successo mediatico. I Rapporti non mettono mai in difficoltà il potere politico ed economico del momento, svolgono semmai una funzione di sollecitazione a proseguire lungo i consueti percorsi.

Tutt’altra sorte tocca a chi cerca invece di mettere in discussione lo stato esistente delle cose e a far notare – all’occorrenza – quanto il re sia nudo. E’ il caso, in questi giorni, di Sbilanciamoci, la campagna che propone ogni anno una manovra finanziaria alternativa a quella ispirata dall’ideologia neoliberista sposata attualmente da tutte le forze politiche parlamentari (oltre che, va da sé, dai poteri economico-finanziari).

Quest’anno, con la crisi al suo acme e il paese sull’orlo del baratro, ascoltare le proposte di Sbilanciamoci – che non lisciano il pelo a industriali e governi tecnici – sarebbe più interessante che mai, magari per discuterne e guardare il presente da un altro punto di vista.

Ma politici e media si voltano dall’altra parte: il potere non alcuna curiosità per il mondo e prosegue incurante per la sua fallimentare strada.

Il rapporto di Sbilanciamoci è qui

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: