Skip to content

Il fallimento di Maroni, altro che leggi speciali

17 ottobre 2011

Roma, 15 ottobre 2011

All’indomani degli incidenti durante la manifestazione di sabato a Roma, il ministro dell’Interno Roberto Maroni annuncia una legge speciale per raffozare i controlli preventivi e ampliare i poteri della polizia. Dall’opposizione gli dà manforte Antonio Di Pietro, parlando di “legge Reale bis”, di pene esemplari, e così via. Come prevedibile, il potere, in quanto poco autorevole, sceglie la via dell’autoritarismo, sperando così di frenare le contestazioni.

E’ una vecchia storia, e stavolta varrebbe la pena di ribattere punto su punto. Cominciando col dire che il ministro Maroni, più che annunciare leggi speciali, dovrebbe dare delle spiegazioni: 1) perché le forze di p0lizia sabato non sono intervenute a bloccare i teppisti mentre erano in azione?; 2) perché non si è fatta un’azione di prevenzione adeguata, dato che tutti sapevano, a quanto pare, che a Roma ci sarebbero state azioni teppistiche?

Ci sono due possibili risposte alle domande precedenti: a) non si è voluto intervenire né prevenire, per sfruttare a proprio favore i disordini (ad esempio additando le proteste come estremistiche e violente e proponendosi come fautori dell’ordine attraverso leggi speciali); b) non si è agito per incapacità di prevenzione e d’azione.

Nell’un caso come nell’altro la responsabilità politica del ministro dell’Interno è così grande, che dovrebbe lasciare il suo posto, e un’opposizione politica decente, se esistesse,  anziché assecondare le pulsioni autoritarie del governo, ne chiederebbe le dimissioni.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: