Skip to content

L’universo vegano su Terre di Mezzo

11 ottobre 2011

E’ uscito il numero di ottobre di Terre di Mezzo, il mensile di strada che si stampa a Milano. La copertina è dedicata a una mia “inchiesta” sull’etica e la prassi del mondo vegano.

Nell’articolo principale racconto le ragioni che mi hanno spinto a passare al veganismo, dopo oltre vent’anni da vegetariano, e qualche aspetto della “scoperta” dell’universo vegano: i rifugi per animali, le piccole aziende vegan, l’agricoltura che non sfrutta animali e così via. In un secondo articolo, gli aspetti pratici dell’alimentazione vegana.

Bellissime le foto scattate da Francesco Pistilli all’Ippoasi di Marina di Pisa.

Isaac Bashevis Singer, grande scrittore ebreo vincitore del Nobel per la letteratura nel 1978, fa dire a un suo personaggio: “I diritti animali sono la forma più pura di giustizia sociale, perché gli animali sono i più vulnerabili di tutti gli oppressi”.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. marco permalink
    1 novembre 2011 20:02

    Salve!
    Ho molto apprezzato l’articolo sull’Ippoasi e il vivere vegan. C’è un punto sul quale però ho forti riserve, quello relativo alla vitamina B12. E’ scritto chiaramente che i vegan devono assumere integratori a base di B12. Molte persone mi hanno contestato nel tempo che se una dieta per essere completa necessita di un integratore non è naturale e che quindi esse sarebbero rimaste onnivore o ovolactovegetariane. Penso e temo abbiano ragione. Io non ho mai assunto B12 e sono vegan da 8 anni. Non capisco l’accanimento di chi obbliga l’assunzione della B12 nel mondo vegan. Non vi è unicità di pensiero in ambito scientifico a riguardo. A dirla tutta non si sa neanche con certezza se la B12 sia necessaria in generale. Della B12 ha iniziato a parlare la FDA americana più o meno 15 anni fa. E’ quel genere di fonte che mi fa accapponare la pelle, visto che è notorio chi governa e sostiene la FDA. Vorrei che tutte queste cose venissero indicate quando si scrive un articolo sul veganismo (veganesimo suona molto setta religiosa!) e che ognuno possa in seguito trarre le sue considerazioni. La mia esperienza mi insegna che una dieta vegan ricca di verdure possibilmente crude e frutta fresca è completa. E’ curioso l’enorme spazio concesso alla B12 a fronte del buio totale dedicato alla corrispondente vitamina di provenienza vegetale, la B9. Mi sento anche di dire che ad oggi la questione B12 è assurdamente sovraesposta: non è possibile che persone che manco sanno cosa sono gli aminoacidi mi chiedano indicazioni sulla B12 quando partecipo a banchetti infomativi per strada. Non è che ci stiamo tirando la zappa sui piedi con gran foga con l’unico risultato di allontanare potenziali nuovi vegan? Io temo di sì!
    Nota curiosa: sono una delle persone che diedero vita al gas gatto Apu di Torino, nell’estate del 2006!
    marco

    • guadagnucci permalink*
      2 novembre 2011 14:34

      Sulla B12 in effetti non ci sono certezze assolute, c’è chi dice che deve essere aggiunta ad una dieta vegana, chi no. Diciamo che quando se ne scrive in contesti non specialistici, e senza avere la possibilità di approfondimenti, a mio avviso è meglio dire che per chi segue un’alimentazione vegana è consigliata un’integrazione con la B12. Non mi pare che cambi la sostanza del discorso, quando il punto di vista è il dirittom alla vita di tutti gli animali.
      Oltretutto, potendo approfondire, si vedrebbe che la carenza di B12 – ammesso che vi sia – ha a che fare con l’alimentazione industriale e asettica che gli umani del Nord del mondo conducono appena da qualche decennio. La B12 è prodotta negli organismi animali (anche umani) da batteri che storicamente venivano assunti con gli alimenti: da quando verdure e altri cibi sono così lavati, puliti, resi asettici da non lasciare alcun residuo, gli umani hanno perso la capacità di produrre in proprrio la B12. Quindi non è vero che l’alimentazione vegana non sia “naturale” e quella basata sull’uccisione di animali sì: il discorso va spostato su un altro piano: l’argomento della non naturalità del veganismo è a mio avviso solo un debole diversivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: