Skip to content

Vegani vs Vegetariani

4 ottobre 2011

Dall’1 al 7 ottobre si tiene la Settimana mondiale dell’alimentazione vegetariana, che in Italia, a dire il vero, è passata pressoché inosservata, per quanto il vegetarismo (secondo la terminologia che si diffuse in Italia agli albori del movimento) sia in evidente espansione. La “settimana” non è passata sotto silenzio nell’associazionismo vegano, che contesta al vegetarismo d’essere impantanato in mezzo al guado, perché si limita a rifiutare il consumo di carni e pesci, ma accetta latticini e uova, che appartengono alla stessa filiera alimentare e comportano sofferenza e morte per gli animali che li producono (anche il miele rientra nella stessa categoria).  In aggiunta il vegetarismo non include – tranne scelte individuali – il rifiuto di prodotti non alimentari ottenuti sfruttando gli animali, a cominciare dalla lana.

A questo link si può leggere l’intervento di Progetto Vivere Vegan scritto in occasione della Settimana dell’alimentazione vegetariana. E’ molto preciso nelle motivazioni e nelle spiegazioni, molto netto anche in alcune indicazioni, come la non collaborazione con le organizzazioni che si dicono “vegetariane” e il giudizio negativo sulla stessa “settimana”.

Sono stato vegeteriano per più di vent’anni, prima di passare al veganismo, e riconosco d’essere rimasto in mezzo al guado per una serie di ragioni poco nobili: un po’ di pigrizia (l’alimentazione latto-ovo-vegetariana è più facile), un po’ di conformismo (a dichiararsi vegani si passa per estremisti un po’ fissati), un po’ di passività nel vivere la scelta animalista (che invece va fatta conoscere).

Sono stato vegetariano per amicizia verso gli animali, ma senza arrivare fino in fondo, senza riflettere abbastanza: c’erano già in realtà tutte le condizioni perché fossi vegano. Tant’è che oggi il veganismo mi sembra l’unico modo serio d’essere vegetariano. E’ giusta quindi la battaglia per spingere chi è già vegetariano a fare il passo che manca: ciascun vegetariano che voglia davero rispettare gli animali, sa in cuor suo che dev’essere vegano, se vuol essere coerente con se stesso.

Non sono invece sicuro che non si debba collaborare con l’associazionismo vegetariano: vorrei semmai conoscerlo meglio e portare in quell’ambiente gli argomenti vegani, che sono forti per chiunque abbia un senso morale, e specialmente per chi ha già compiuto un passo rinunciando alla carne nel piatto.

Annunci
One Comment leave one →
  1. 14 gennaio 2012 20:49

    credo che questo inutile astio e ostilità fra noi vegetariani e vegani sia del tutto idiota e fuori luogo…eddai cazzo siamo tutti accomunati dallo stesso ideale di rispetto per gli animali non diamoci contro siamo tutti dello stesso partito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: