Skip to content

Il Palio e la Lega: la giornata degli orrori

1 luglio 2011

E’ davvero una giornata degli orrori. A Siena, l’ennesimo cavallo è morto nelle corse del Palio, a tetra celebrazione di un gioco violento e inutile, legittimato in nome della tradizione, come se questa fosse intangibile e non invece qualcosa da aggiornare e cambiare alla luce di nuove e più coscienti sensibilità.

 Poi arriva la notizia di una nuova barbarie targata Lega Nord: il progetto di un banchetto a base di carne d’orso. Nell’ultimo ventennio questo partito è riuscito a imporre la propria visione xenofoba ed egoistica del mondo, legittimando pensieri e scelte incompatibili con la cultura democratica (e di cui fin lì si era spinti a vergognarsi).

La debolezza del contrasto opposto alla “cultura” leghista ha grandi responsabilità: da chi considerava la Lega una costola della sinistra, a chi ne loda il radicamento nei territori, l’area della complicità è vastissima.

Il banchetto con carne d’orso sarà certamente visto come un fatto flocloristico, un omaggio a un certo primitivismo che ha fatto la fortuna mediatica della Lega: se ne riderà e sorriderà. Così ancora una volta si farà il gioco della barbarie.

La violenza, il disprezzo per la vita degli altri, la provocazione condotta letteralmente sulla pelle degli indifesi devono indignare e spingere a mettere fuori dal perimetro democratico e civile chi se ne fa portatore. Qualasiasi cosa in meno è complicità.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: